visione

pastQuesta è una chiesa nata totalmente e realmente dal cuore di DIO per un semplice motivo: io non la volevo perché io sono un evangelista per le nazioni e mi chiedevo come potevo guidare una chiesa di DIO. Quando io stesso vedo che molti cristiani soffrono per la mancanza di una vera cura pastorale. Noi sappiamo che la parola pastore significa cura e non predicazione; quindi la chiesa ha bisogno prima di tutto della cura, materiale ho spirituale, e dopo viene la predicazione. Io come evangelista per le nazioni sapevo di non avere tempo per rimanere fisso in un luogo e curare una chiesa, così io rifiutavo quest’opera. Ora voglio spiegare in breve come è nata questa opera.

Io sono arrivato a Carmagnola in provincia di Torino nel 1997 ( vedi testimonianza del pastore Davide). Quando DIO iniziò a parlarmi della SUA opera che aveva stabilito per me in questa città ero membro di una bella chiesa. Un giorno DIO mi parlò attraverso un profeta del SUD AMERICA che mi disse: “DIO non permetterà che il tuo ministero evangelistico per le nazioni crescerà in modo da predicare il MIO evangelo da ogni parte del mondo, fin quando DIO non metterà un opera potente in Carmagnola”. Subito misi quella parola nel mio cuore e andavo avanti senza sapere che cosa volesse dire DIO. Pensavo si trattasse di un’opera evangelista, perché a quei tempi facevo già parte di questa bella chiesa.

Intanto, nel mio cammino con DIO, le cose capovolsero capovolte: da quella chiesa io me ne andai per motivi personali che DIO sa, pur rimanendo un evangelista che girava a predicare. Senza neanche rendermi conto, accantonai quella parola profetica che mi fu data per Carmagnola, stavo persino andando a vivere a NAPOLI, la mia città. Iniziai a contattare alcune agenzie immobiliari campane per trovare una casa, lo dissi anche ai miei genitori perché ormai ero deciso. Ma DIO è sempre DIO e non viene meno alla SUA PAROLA SANTA e ora ti spiegherò il perché di questa frase. Un giorno andai a predicare ad una campagna evangelistica e portai con me mia cognata affinchè girasse un video. Li mia cognata accettò GESU nella sua vita, dopo di lei anche il suo fidanzato. Loro desideravano conoscere DIO più in profondità, così cominciammo degli studi in casa mia, e li DIO iniziò a operare per quella SUA parola profetica che mi aveva dato tempo prima. Ancora non comprendevo che DIO stava iniziando a mettere in atto la SUA promessa.

A mia insaputa la parola di DIO si estendeva ad altri, così mi ritrovai a tenere una cellula in casa mia, frequentata da circa 15 persone. In quel momento iniziai ad avere un pò di paura, mi chiedevo che cosa stesse succedendo, chi erano tutte queste persone, cosa dovevo fare. DIO mi fece ricordare quella parola profetica e fu in quel momento che iniziai a farmi delle domande. Chiesi a DIO: “Papà, se SEI tu dammi dei segni, dei segni che partano da te senza che io faccia qualcosa”. Dopo poco tempo una sorella che faceva parte della cellula mi propose di fare dei culti in casa e io accettai. Chiesi a DIO un altro segno: “SIGNORE, se sei tu, metti delle basi vere. Metti le basi di una vera chiesa. Se sei tu, in questo anno stabilisci un luogo tuo”. Vidi altre conferme: alcune persone che ora sono fedeli al ministero decisero di dare la decima senza che io parlassi, ora abbiamo un TEMPIO di DIO in questa città.

Se devo essere sincero, le persone hanno due opinioni riguardo a quest’opera e, quando parlo di persone, parlo in particolare di quelli che si definiscono cristiani con la “C” maiuscola. C’è chi pensa che questa opera non possa andare avanti perché non è da DIO, e c’è chi mi fa guerra con le sue parole offensive e con il suo disprezzo. DIO è testimone e giudice del loro interiore. qualunque cosa che nasce veramente dal cuore di DIO, ha come primo nemico la chiesa, infatti non è per caso che il giudizio inizia dalla chiesa.

Lo Spirito Santo ha dato una visione molto particolare ai pastori di questa opera. Gesù ci chiama ad andare a predicare l’evangelo in tutto il mondo perché la scrittura dichiara che conoscerete la verità e la verità vi farà liberi (GIOVANNI 8:32). E nel mondo ci sono miliardi di persone che hanno bisogno di Gesù : poveri, vedove, orfani, persone rigettate, drogati, barboni, ladri, prostitute, e molti altri.

Anche io ero uno di loro. Per cinque anni ho predicato la parola di DIO nelle carceri come ministro di culto. Grazie a queste esperienze nel campo di Dio ho compreso una cosa: il cuore più bello ce l’ha il detenuto, il barbone, o chiunque abbia sofferto veramente, perché loro hanno un cuore sensibile e ferito a causa dei dolori incontrati nella loro vita. Ma chi potrà mai capire queste persone, se non GESU’ stesso che li ha creati?
La causa di tutta questa sofferenza è del peccato, è colpa del diavolo che è il dio di questo mondo
(2 Corinzi 4:4). Per questo motivo è stato manifestato il figlio di DIO, affinchè le opere del diavolo siano distrutte (1 Giovanni 3:8).

Ma voglio aprire una parentesi riguardo alla distruzione: che cosa bisogna anche distruggere? È necessario distruggere lo spirito del fariseo, lo spirito che offende il PADRE, IL FIGLIO E LO SPIRITO SANTO. Se c’è qualcuno che offende GESU’ non sono i ladroni, la prostituta o altri ma è il fariseo, perché lui non conosce GESU’, o per meglio dire, il fariseo lo aveva conosciuto ma ora non più a causa della religione evangelica, che tiene paralizzata la chiesa di DIO.
Noi non ce l’abbiamo con la parola “evangelico”, perché la parola in sè è buona (ha origine greca e significa: buona notizia). Il vero problema sono quei pastori che hanno utilizzato la parola “evangelico” come pretesto per creare un isolamento dal mondo, quando il mondo è fatto da persone che vanno salvate, seguendo il comando più grande: predicare il vangelo di GESU’ (Marco 16:15).

Il problema dai farisei del 2000 non finisce qui, infatti grazie alla loro “grande vita di preghiera” questi pastori, non solo si sono isolati dal mondo, ma hanno anche creato una divisione all’interno del mondo cosiddetto “evangelico”, non si fa un raduno se non per la loro stessa denominazione. Questo è lo spirito del fariseo, che partorisce lo spirito di divisione, quando GESU’ ci ha dato il comando più grande: che ci amiamo gli uni gli altri.

Ora la domanda è: c’è amore vero? Noi non dobbiamo fare altro che portare avanti quello che GESU’ ha iniziato. Questa è la nostra visione: distruggere le opere del diavolo, anche nella casa di NOSTRO PADRE, costi quello che costi.

Pace e benedizioni, Evangelista DAVIDE.